IL 35° Corso A.U.C. SMA
Aosta, Aprile - Agosto 1964
Un Racconto Futuro

Premessa

Abbiamo saputo del progetto “In punta di Vibram” quando ormai il libro era già stampato. Per questo motivo in quella splendida antologia non compare nessun racconto del nostro Corso. Accogliendo con entusiasmo l’invito successivamente rivoltoci dalla Redazione, vogliamo proporre questo “Racconto futuro”, composto da tanti Episodi, ognuno dei quali rappresenta un pezzo della storia delle nostre attività a favore dei bambini ugandesi.

Introduzione

Il 35° Corso A.U.C. si tenne presso la Scuola Militare Alpina di Aosta, nella caserma Chiarle, sotto la guida del capitano Mauro Spreafico. Il plotone fucilieri fu forgiato grazie anche all’indefesso impegno del Sottotenente Massimo Guandalini, appartenente al 33° Corso.


Il 35° Corso AUC

Fin dai tempi del congedo, cioè dal luglio 1965, gli AUC del 35° s’incontrano ogni anno il primo week end di ottobre in una qualche città d’Italia. Dal 1969 partecipa a queste adunate anche il Guanda, non si sa bene se per raccogliere il merito di tanta formazione, o se per farsi perdonare l'eccesso di zelo dimostrato nello svolgimento del proprio compito.

 

 

--> Racconto Futuro
Episodio n° 1 (anno 2003)
Episodio n° 2 (anni 2004-2005)
Episodio n° 3 (anni 2005-2006)
Episodio n° 4 (anni 2006-2007)
Piano esaennale ( 2008-2013)
Episodio n° 5 (anni 2007-2008)
Episodio n° 6 (anno 2009)
Episodio n° 7 (anno 2010)
Episodio n° 8 (anno 2011)
Episodio n° 9 (anno 2012)
Episodio n° 10 (anno 2013)

Come Partecipare

In ricordo di Franco de Toma - Perchè continuare il nostro 'Racconto Futuro' ?

Estate 2006: appunti di viaggio e foto del Guanda
28 Febbraio - 8 Marzo 2007: appunti di viaggio del Guanda e di Doro Berera (35°)
Lettere di Padre Gaetano Batanyenda
Novembre 2007 - appunti di viaggio del Guanda

Torna all'indice de "L'Impronta degli Alpini"

 

English version